Posts in Category: Disturbi dell’umore

Il Disturbo Bipolare: costi sociali ed evidenze terapeutiche

bipolar-disorderIl disturbo bipolare (BD) è caratterizzato dal ripetersi di episodi clinici di depressione e mania o ipomania, che si alternano nelle storie di vita dei pazienti. Le persone che soffrono di questo disturbo possono avvertire in maniera anche abbastanza improvvisa dei bruschi cambiamenti del loro umore. La World Health Organization alcuni anni fa definiva il disturbo bipolare (BD) come una delle principali cause di disabilità globale (WHO, 2008). La prevalenza di questo disturbo nella popolazione adulta degli USA è del 3,9% (NIMH, 2014), e mentre la diagnosi di BD si basa soprattutto su manifestazioni cliniche di tipo mania/ipomania, le sue manifestazioni psicopatologiche più frequenti sono invece di tipo depressivo (Baldessarini RJ et al,2010). Questi episodi depressivi, nei bipolari, sono sintomatologicamente più gravi, di più lunga durata, più frequentemente resistenti al trattamento, caratterizzati da una maggiore disabilità lavorativa e da una maggiore suicidalità. Più del 50% dei pazienti bipolari esordiscono con episodi depressivi, e questo ne ritarda inevitabilmente un corretto inquadramento diagnostico (Kupfer DJ et al, 2002).

Uso degli antidepressivi nei pazienti con Disturbo Bipolare

antidepressants 2 Uno dei problemi più dibattuti nella psichiatria clinica degli ultimi anni riguarda l’utilizzo dei farmaci antidepressivi nei pazienti con Disturbo Bipolare, nel trattamento delle loro fasi depressive. In riferimento a questo argomento sembra interessante un lavoro recentemente pubblicato dal Prof. Alexander Viktorin del Karolinska Institutet di Stoccolma, avvelendosi della collaborazione di altri ricercatori svedesi e americani.

Utilizzo dei farmaci antiepilettici nei disturbi dell’umore

  Nel 1967 WJ Turner pubblicò uno studio osservazionale sul trattamento di disturbi psicopatologici, in pazienti non epilettici, con un famaco antiepilettico, la difenilidantoina (dintoina) (1). Nello stesso periodo usciva anche un lavoro sul possibile impiego della valpromide (Depamide) (1966) nei disturbi dell’umore, e qualche anno più tardi uscirono in letteratura i primi lavori sull’impiego della carbamazepina (Tegretol) nel trattamento del disturbo bipolare (1973) (2,3). In quegli anni il litio era l’unico farmaco ad essere riconosciuto efficace per il trattamento del disturbo bipolare, ma il suo utilizzo nella pratica clinica comportava una serie di controlli ematici sulla concentrazione plasmatica,  sulla funzionalità renale e tiroidea. Sorsero quindi una serie di speranze e aspettative sul possibile ruolo dei farmaci antiepilettici nel trattamento dei disturbi dell’umore.

Terapie alternative e complementari nel trattamento dei Disturbi dell’Umore e dei Disturbi d’Ansia: una review della letteratura.

terapie alternative

La farmacoterapia rappresenta oggi la prima linea nei  trattamento dei disturbi d’ansia e nella depressione tuttavia spesso molti pazienti continuano ad essere sintomatici nonostante seguano una trattamento corretto o anche  un’ associazione di più farmaci. Una serie di possibili effetti collaterali ,inoltre, spesso riducono la compliance al trattamento. Pertanto nelle pratiche cliniche dei pazienti è sempre più diffuso il ricorso alle cosiddette “terapie alternative”(che chiameremo d’ora in poi CAM, acronimo di Complementary and alternative Medicine),  le quali, non richiedendo diretto controllo medico, sono spesso utilizzate in associazione alla classica farmacoterapia.

Neurogenesi, neuroplasticità e antidepressivi

Dagli anni 90 in poi si è andata a costituire in letteratura una mole crescente di dati sull’azione degli antidepressivi che riguarda non solo il miglioramento clinico dei pazienti, ma anche la loro efficacia nello stimolare la formazione di nuovi neuroni (neurogenesi), in particolare a livello ippocampale, e  incidere positivamente su fattori di neuroplasticità (formazioni di nuove sinapsi, allungamento delle spine dendritiche, allungamento della sopravvivenza neuronale).