Terapie alternative e complementari nel trattamento dei Disturbi dell’Umore e dei Disturbi d’Ansia: una review della letteratura.

terapie alternative

La farmacoterapia rappresenta oggi la prima linea nei  trattamento dei disturbi d’ansia e nella depressione tuttavia spesso molti pazienti continuano ad essere sintomatici nonostante seguano una trattamento corretto o anche  un’ associazione di più farmaci. Una serie di possibili effetti collaterali ,inoltre, spesso riducono la compliance al trattamento. Pertanto nelle pratiche cliniche dei pazienti è sempre più diffuso il ricorso alle cosiddette “terapie alternative”(che chiameremo d’ora in poi CAM, acronimo di Complementary and alternative Medicine),  le quali, non richiedendo diretto controllo medico, sono spesso utilizzate in associazione alla classica farmacoterapia.

Questo studio si è occupato, attraverso una revisione della letteratura, di indagare l’efficacia dell’utilizzo dei CAM associati al trattamento farmacologico di disturbi d’ansia e depressione.

Gli studi analizzati sono stati suddivisi in base al metodo d’indagine utilizzato così da poter comparare direttamente tra loro i risultati: sono stati quindi inclusi nel Livello 1 tutti gli studi DB(Double Blind – Doppio Cieco), Metanalisi  o RCT (Randomized Controlled Trial), nel Livello 2 tutti gli studi che includono almeno l’utilizzo di un DC o RCT, nel Livello 3 sono stati inclusi i Trial non controllati o importanti studi retrospettivi e nel Livello 4 episodi aneddotici o pareri di esperti.

I principali disordini presi in considerazione sono stati: Depressione Maggiore (DM),Sindrome Bipolare, Disturbi Affettivi Stagionali, Disturbo d’Ansia Generalizzata (GAD), Disturbo da Attacchi di Panico (PD), Disturbo Ossessivo Compulsivo (OCD), Ansia Sociale (SAD) e Disturbo Post Traumatico da Stress (PTSD) e i principali rimedi presi in considerazione sono: l’esercizio fisico (aerobico e anaerobico), lo Yoga, la Light Therapy, la Sleep Deprivation, l’Agopuntura, l’uso di integratori a base di erbe (FEWP), di Integratori come Omega 3, S-adenosilmetionina, DHEA, Triptofano, Folati e Inositol.

I benefici delle terapie alternative sono state valutate  in aggiunta alla farmacoterapia classica in cui sono inclusi: SSRI, SNRI, Antidepressivi Triciclici, Antipsicotici Atipici, IMAO, Stabilizzanti dell’Umore e Benzodiazepine.

I risultati hanno mostrato effettivi benefici dei CAM nel trattamento dei disturbi dell’umore mentre le evidenze non sono state così forti per i disturbi d’ansia. In particolare: nella Depressione Unipolare si è visto un maggiore effetto benefico (Livello 2) con la Deprivazione di Sonno (Sleep Deprivation) e FEWP (un integratore a base di una combinazione di 11 erbe cinesi), e un effetto (Livello 3) per esercizi corporei (aerobici e non), Yoga, LT (Fototerapia – Light Therapy), assunzione di Omega 3, S-adenosilmetionina e triptofano.  Nella Depressione Stagionale, in particolare, risultati promettenti sono stati trovati nell’utilizzo della Light Therapy.

Nella depressione bipolare si è visto come avessero un effetto (Livello 1) l’assunzione di Omega 3,la Deprivazione di Sonno (Livello 2), la Light Therapy e l’assunzione di FEWP (Livello 3) mentre nei disturbi d’ansia non è stato riscontrato lo stesso effetto se non solo per quanto riguarda l’esercizio fisico per il disturbo di panico e GAD (livello 3). Rispetto a l’uso di agopuntura, folati, inositolo e NAC non ci sono risultati consistenti.

Quindi i risultati degli studi indicano che alcune terapie  alternative hanno delle potenzialità nel trattamento dei Disturbi dell’Umore, minori invece nei Disturbi d’Ansia.

J Affect Disord. 2013 Sep 25;150(3):707-19.

Complementary and alternative therapies as add-on to pharmacotherapy for mood and anxiety disorders: a systematic review.

 

Comments are Disabled