Posts Tagged: somatizzazioni

Il problema dei “medically unexplained symptoms”: sintomi clinici in cerca d’autore.

Immagine PasqualeIl “Parrucchiere depresso dal persistente bel tempo” del quadro di Dalì (1) sembra riproporre, utilizzando la cifra del paradosso, il problema dei “medically unexplained symptoms” (MUS), cioè di quella sintomatologia somatica che non trova spiegazioni soddisfacenti nell’ambito della clinica medica, dove sintomi fisici e problemi psichici si rincorrono come il sole con le nuvole del dipinto, e dove il paziente può essere ‘depresso’  nonostante il “persistente bel tempo”. L’espressione “medically unexplained symptoms” (MUS) ha iniziato ad essere utilizzata con sempre maggiore frequenza negli ultimi 20 anni per riferirsi ad una serie di sintomi somatici che, pur presentandosi generalmente nell’ambito della medicina di base, non sono suffragati da  evidenze cliniche soddisfacenti, non trovano spiegazioni  ‘mediche’ accreditate, “non sono riferibili ad alcuna malattia conosciuta definibile convenzionalmente”(2) .  Alcuni di questi pazienti sono stati classificati nell’ambito della clinica medica attraverso delle patologie di dubbia validità (o comunque non unanimamente accettate dalla medicina ufficiale)  le più note delle quali sono: la sindrome del colon irritabile (IBS) (gastrentorologia),la  fibromialgia (reumatologia),il non-cardiac chest pain (cardiologia), la sindrome da stanchezza cronica (CFS, chronic fatigue syndrome),vari tipi di lombalgia (LBP, low back pain)(ortopedia), crisi non epilettiche psicogene (PNES, psychogenic non-epileptic seizure) (neurologia), disturbi funzionali gastro-intestinali (FGID, funzional gastro-intestinal disorders)(gastroenterologia), sindrome da dolore pelvico (CPP, chronic pelvic pain) (urologia e ginecologia), per citare le più frequenti.