Tag: antidepressivi

La scoperta degli antidepressivi: una storia di serendipity

 Il termine ‘serendipity’ (brutta la traduzione italiana di serendipità) esprime quella forma di conoscenza che avviene un po’ per caso, in maniera accidentale, come cercava di definirla uno scrittore inglese dotato di senso dell’humor: ” è come quando si cerca un ago in un pagliaio e si trova la figlia del contadino…”. E’ attraverso questa

Leggi Tutto »

Neurogenesi, neuroplasticità e antidepressivi

  L’ipotesi che vede la depressione come un disturbo che riguarda la neurogenesi (cioè la formazione di nuovi neuroni) e la neuroplasticità cerebrale (cioè la costituzione di nuove sinapsi, di nuove spine dendritiche, un allungamento della sopravvivenza dei neuroni, un incremento di fattori di crescita dei neuroni) inizia ad essere formulata alla fine degli anni

Leggi Tutto »

Antidepressivi in gravidanza: tutto quello che bisognerebbe sapere

L’utilizzo degli antidepressivi in gravidanza rappresenta un problema clinico abbastanza complesso. Nel corso della loro vita le donne sono esposte al rischio di soffrire di un episodio depressivo due volte più degli uomini e tale rischio è maggiore durante il loro periodo riproduttivo. Circa il 18% delle donne soffre di depressione durante il periodo della

Leggi Tutto »

Uso degli antidepressivi nei pazienti con Disturbo Bipolare

 Uno dei problemi più dibattuti nella psichiatria clinica degli ultimi anni riguarda l’utilizzo dei farmaci antidepressivi nei pazienti con Disturbo Bipolare, nel trattamento delle loro fasi depressive. In riferimento a questo argomento sembra interessante un lavoro recentemente pubblicato dal Prof. Alexander Viktorin del Karolinska Institutet di Stoccolma, avvelendosi della collaborazione di altri ricercatori svedesi e americani.

Leggi Tutto »

Neurogenesi, neuroplasticità e antidepressivi

Dagli anni 90 in poi si è andata a costituire in letteratura una mole crescente di dati sull’azione degli antidepressivi che riguarda non solo il miglioramento clinico dei pazienti, ma anche la loro efficacia nello stimolare la formazione di nuovi neuroni (neurogenesi), in particolare a livello ippocampale, e  incidere positivamente su fattori di neuroplasticità (formazioni di nuove sinapsi, allungamento

Leggi Tutto »